OBIETTIVI

  • Completare la digitalizzazione dell’amministrazione scolastica e della didattica e diminuire i processi che utilizzano solo carta
  • Potenziare i servizi digitali scuola-famiglia-studente
  • Aprire i dati e servizi della scuola a cittadini e imprese

AZIONI

  • Azione #11 – Digitalizzazione amministrativa della scuola
  • Azione #12 – Registro elettronico
  • Azione #13 – Strategia “Dati della scuola”


Una scuola occupata al 100% da archivi cartacei potrebbe essere uno scenario non così lontano. Il dato di saturazione rilevato è infatti al momento vicino all’80%: ogni scuola, in media, ospita al suo interno circa 85 mq di documentazione cartacea (protocollata o di altra natura, come ad esempio i compiti in classe).

Questi numeri sono il chiaro segno di un ritardo endemico nella dematerializzazione dei processi scolastici nel nostro paese, ancora più evidente se pensiamo che a fronte del 94% di scuole dotate di un sistema informatico per la protocollazione, il 68% non risulta avere un sistema informatico di gestione documentale, e almeno l’80% non possiede quello per la conservazione sostitutiva a norma di legge.

Portare a regime la digitalizzazione della scuola italiana significa razionalizzare l’offerta degli strumenti organizzativi e gestionali a disposizione delle scuole e agire con determinatezza perché le interazioni verso il MIUR siano efficienti e rispondano tempestivamente alle esigenze gestionali e organizzative della scuola.

La digitalizzazione dei processi amministrativi e gestionali della scuola costituisce un processo strategico per il funzionamento della scuola digitale; l’efficienza, in termini di risparmio di tempo e risorse, ha un innegabile impatto migliorativo su tutta la comunità scolastica.

Per fare tutto questo, evitando che la dematerializzazione sia percepita – soprattutto nelle fasi transitorie – come sinonimo di aggravio di lavoro, invece che di semplificazione, occorrono investimenti strategici su tre livelli:

  • interventi abilitanti per tutta l’architettura di scuola digitale, dall’identità digitale, alla dematerializzazione, fino alla fatturazione elettronica e ai pagamenti online;
  • raccordo tra digitalizzazione amministrativa e didattica, con particolare riferimento al registro elettronico;
  • gestione e restituzione efficiente delle informazioni e dei dati relativi alla scuola.

Risulta altresì indispensabile combinare tutto ciò con un’azione di semplificazione, razionalizzazione e miglioramento delle modalità con cui l’amministrazione centrale (in questo caso il MIUR) parla ai propri utenti (in primis le famiglie) tramite le proprie piattaforme, che devono trasformarsi in un sistema unico in grado di garantire coerenza, continuità e qualità dei servizi.

 

Torna a tutte le azioni