Risorse – 5,7 milioni di euro all’anno (a valere su fondi previsti dalla legge 107/2015 per il PNSD)

Strumenti – Decreto di assegnazione delle risorse alle scuole del primo ciclo

Tempi di prima attuazione – Marzo 2016

Obiettivi misurabili – effettiva copertura delle esigenze di assistenza tecnica delle scuole primarie e degli istituti comprensivi; miglioramento nell’utilizzo delle dotazioni scolastiche

Le scuole – in particolare quelle del primo ciclo – non hanno spesso a disposizione personale per l’assistenza tecnica. Questo frena inevitabilmente la digitalizzazione amministrativa e soprattutto didattica delle attività della scuola, in ragione dell’impossibilità di gestire le numerose esigenze e avere un sostegno continuo.

Dal 2016, per intervenire su una parte del problema, il Ministero finanzierà la creazione di “Presìdi di Pronto Soccorso Tecnico”, formati tra scuole del primo ciclo e scuole secondarie, con lo scopo di gestire piccoli interventi di assistenza tecnica per le scuole della rete condividendo personale, anche attraverso l’organico funzionale. Il Ministero si occuperà inoltre di formare il personale indicato dalle scuole, per mettere tutti nelle condizioni di svolgere autonomamente una parte dell’assistenza tecnica e trovare una soluzione interna e strutturale al problema.

A ciascuna delle 5709 istituzioni scolastiche del primo ciclo sarà erogata una quota di 1.000 euro. Tale quota potrà essere utilizzata dalle scuole, individualmente o in rete, per coprire parte dei costi di assistenza tecnica.

Potranno anche essere attivate intese con corsi di laurea ad indirizzo informatico, per il ricorso a tirocini di studenti universitari, già sperimentato da tempo e con successo in alcune reti e scuole.

Torna a tutte le azioni