Letto: 17774 volte

Come scrivere il manifesto d’utilizzo del laboratorio scolastico

Schookit prodotto da: Miur

In un tweet: come trasformare il laboratorio scolastico in un vero fablab? Scrivi il tuo manifesto! @miursocial #PNSD #fablab

schoolkit

Azione #4 – Ambienti per la didattica digitale integrata

29 aprile, 2016

Introduzione

A cura del MIUR

Destinatari:
Studenti, Docenti, Dirigente scolastico.

Tipologia di scuola a cui è diretto:
Primarie (Atelier creativi); Secondarie (Laboratori Professionalizzanti)

Descrizione. Non basta avere a disposizione un laboratorio e delle attrezzature per essere makers. Oltre alle precauzioni per la sicurezza , è necessario predisporsi e assumere certi atteggiamenti propri di una cultura legata al “fare” collaborativo. Con questo schoolkit si impara ad ideare e redigere il Manifesto creativo del proprio laboratorio. Per ogni laboratorio è utile scrivere un manifesto per:

  • condividere una filosofia collettiva per scatenare la creatività
  • indicare suggerimenti per il migliore  utilizzo degli strumenti

Network e partnership: Come e quali soggetti interni alla scuola o esterni puoi coinvolgere per svolgere questa attività?

Il MANIFESTO è un documento aperto che si può correggere e integrare con il coinvolgimento e contributo di chi utilizzerà i laboratori e di chi ha già esperienza di attività laboratoriali-making: docenti, studenti, laboratori scolastici (interni) , fab lab , maker spaces, botteghe artigiane, aziende

Come procedere

Scegli la pratica da condividere. Scrivi il tuo manifesto, seguendo i seguenti step.

1

manifesto schoolkitStep 1. Leggi questo esempio di manifesto:

MANIFESTO

Alcuni modi per prepararsi:

Occhi aperti, proteggi il tuo corpo, organizza lo spazio di lavoro, cambia l’aria degli ambienti, predisponi la luce giusta, connetti sistemi e macchine.

    ESPLORA IL TUO AMBIENTE

    PRENDI IL TUO LAVORO SERIAMENTE

    senza prenderti troppo sul serio

    GIOCA PRIMA , LEGGI I MANUALI DOPO

    SE MANCA QUALCOSA, COSTRUISCILA!

    COSTRUISCI VELOCEMENTE LA TUA IDEA

    PROVA, PROVA, RIPROVA

    RICORDA CHE SBAGLIANDO SI IMPARA

    ABBI CURA DEGLI STRUMENTI

    COLLABORA IN AUTONOMIA

Archivia: Raccogli materiali e oggetti, costruisci il TUO museo, conserva ogni prova e mettila in mostra, racconta quello che hai fatto, scrivi, fotografa, documenta.

Pulisci: Disconnetti le attrezzature, segui le indicazioni di sicurezza, ordina gli attrezzi, lascia il laboratorio come lo hai trovato, rispetta quelli che verranno dopo di te, fai la raccolta differenziata, raccogli per riutilizzare.

manifesto schoolkit2

Step 2. Discuti.  Insieme agli utilizzatori del laboratorio parti dalle parole chiave e dall’esempio letto e discuti i vari punti del manifesto cercando di adattarli al tuo laboratorio e alle attività che verranno svolte al suo interno. E’ un buon esempio di attività di classe per dare una identità al laboratorio.

3

Step 3. Annota i punti da modificare, correggi, integra.

4

Step 4. Scrivi 9 punti del TUO manifesto.

5

Step 5. Stampa o costruisci  il TUO manifesto: con gli strumenti di fabbricazione digitale a tua disposizione costruisci il tuo  manifesto e appendilo nel tuo laboratorio.

Materiali utili
  • Carta , penna, computer, stampante a colori, plotter vinilico, laser cut
  • Statuto dei fablab:

Costi e risorse
  1. Costi economici strumenti laboratorio : 10-15 euro ( utilizzando strumenti del laboratorio)
  2. Impiego di tempo necessario a realizzare l’attività proposta: 2 incontri da 60 min.
  • Incontro 1: condividere gli STEP 1, STEP 2, STEP 3
  • Incontro 2: disegna o costruisci il manifesto come da decisioni prese nel primo incontro
  • Risorse umane necessarie : docente-studenti-utilizzatori di laboratori

Link Utili

http://fab.cba.mit.edu/about/charter/

Valutazione

L’attività può aiutare i docenti a cogliere le reali opportunità fornite dai nuovi strumenti disponibili nei laboratori ; stimolare gli studenti all’autodisciplina, alla cultura del rispetto e della collaborazione; trasmettere, senza imposizione, buone pratiche per  la sicurezza.